Applicazione

L’applicazione di Phoslock (Valutazione tecnica prima del trattamento)

L’applicazione di Phoslock ad un corpo idrico deve essere pianificata con cura e comprende diversi passaggi chiave. Questi includono una valutazione tecnica dello stato attuale del lago prima del trattamento, l’applicazione stessa e il monitoraggio posttrattamento per la misurazione degli effetti dell’applicazione.

Valutazione tecnica prima del trattamento

sampling-water1.jpg Prima di qualsiasi trattamento di un corpo idrico con Phoslock ovviamente è molto importante di effettuare un controllo delle caratteristiche chimiche, fisiche e biologiche del corpo idrico, dei suoi sedimenti e del suo bacino imbrifero. Questo dovrebbe fornire una comprensione netta dei problemi relativi al corpo idrico, le cause di essi e se Phoslock fosse una misura appropriata di bonifica che potrebbe essere presa in considerazione.

sampling-water2b.jpg

In particolare è importante sapere se le concentrazioni elevate di fosforo in un lago sono causate principalmente da fonti interne o esterne. Phoslock è uno strumento efficace per ridurre il fosforo proveniente da entrambe le fonti, comunque le immissioni continuate di fosforo da fonti esterne, come gli afflussi ricchi di fosforo, diminuiranno ovviamente la durata dell’effetto dopo una applicazione di Phoslock. In questi casi, dopo un trattamento iniziale, possono essere necessarie delle applicazioni successive, finché le immissioni di fosforo da fonti esterne sono regolate.

Il team di Phoslock Europe, con il suo personale tecnicamente qualificato, ha la possibilità di visitare dei potenziali siti di applicazione ed è in grado di effettuare tali controlli. In molti casi questo servizio è fornito gratuitamente. Una complessiva valutazione tecnica dei siti di applicazione, prima e dopo un trattamento, ne costituisce parte integrante del programma del controllo della qualità di Phoslock Europe.

Anche se gli elementi di una valutazione tecnica prima di un trattamento variano a seconda del tipo di lago e le sue dimensioni, la maggior parte dei programmi di valutazione pretrattamento consiste in una revisione dei dati già esistenti sul lago, visite in loco per misurare una serie di parametri sulla qualità dell’acqua e per raccogliere campioni d’acqua e di sedimento come anche l’elaborazione di un piano per l’applicazione sulla base dei dati raccolti.

Bathymetric-Map.jpgRassegna dei dati esistenti

Il primo passo per fare una valutazione di un lago è di effettuare un esame dei dati esistenti sul lago. Molti laghi sono regolarmente monitorati per una serie di parametri dalle autorità ambientali e se questi dati sono disponibili, rappresentano un buon punto di partenza per valutare le condizioni del lago.

I dati batimetrici sono anche importanti perché servono per calcolare il volume d’acqua e i profili di profondità. Inoltre è necessario di sapere il tempo di permanenza complessiva dell’acqua nel lago, che può essere calcolato dividendo il volume d’acqua del lago con il volume dell’acqua che defluisce dal lago. In caso che i dati batimetrici e il volume d’acqua del deflusso non sono disponibili, possono essere rilevati anche durante il monitoraggio preliminare.

Campionamento e analisi della qualità dell’acqua e del sedimento

Una volta completata la revisione dei dati esistenti, sono necessarie una o più visite in loco per eseguire una serie di controlli sul posto e raccogliere campioni d’acqua e di sedimento dal lago.

Sia la qualità dell’acqua sia il volume d’acqua del lago può variare notevolmente a seconda la stagione, la posizione e la profondità. Quindi di solito è necessario di raccogliere più campioni da un lago in momenti diversi dell’anno.

Alcuni dei parametri importanti sulla qualità dell’acqua, come il pH, l’ossigeno disciolto, la conducibilità e il potenziale redox, possono essere facilmente misurati sul posto. Mentre altri parametri chiave, tra cui i nutrienti totali e solubili, DOC, TOC e TC devono essere analizzati in laboratorio. Di conseguenza, i campioni d’acqua sono normalmente raccolti durante le visite in loco e poi trasferiti in laboratorio per le analisi. A seconda del parametro da misurare i campioni d’acqua saranno direttamente filtrati sul posto o lasciti non filtrati.

sampling-sediment1.jpg

Nella maggior parte dei corpi idrici, il contenuto di fosforo nel sedimento costituisce la parte percentuale più alta del carico totale di fosforo che è considerato potenzialmente disponibile per la crescita delle alghe. Questo indica che la raccolta dei campioni di sedimento è una componente importante durante il monitoraggio preliminare.

I campioni di sedimento sono solitamente raccolti utilizzando una draga Ekmann Birge (foto sopra). In determinate situazioni si prelevano anche delle carote di sedimento usando un carotatore. I campioni di sedimento sono generalmente analizzati per il loro peso secco, il contenuto organico, i nutrienti (azoto, fosforo) e le concentrazioni di metalli (calcio, alluminio, ferro, etc.).

In alcuni casi è eseguito anche un frazionamento del sedimento, utilizzando metodi come l’estrazione Psenner, al fine di avere una esatta classificazione della percentuale di fosforo che può essere considerato potenzialmente rilasciabile.

Calcolo del dosaggio e la preparazione dei piani di applicazione

sampling-water3.jpg

Dopo la raccolta e l’analisi dei dati relativi alla qualità dell’acqua e del sedimento del lago, una valutazione della condizione attuale del lago e dell’idoneità di Phoslock come potenziale misura di bonifica, può essere eseguita. Quando è accertato che il lago può beneficare di un trattamento con Phoslock, sarà preparato un preventivo per un trattamento e presentato al cliente.

Incluso nel preventivo è il dosaggio necessario di Phoslock e la proposta della strategia di applicazione per un trattamento, definendo la tempistica ottimale per il trattamento cosi come i metodi di applicazione raccomandati. A seconda dei dati che sono stati raccolti sulla qualità dell’acqua, Phoslock può essere spruzzato sulla superficie di un corpo idrico o iniettato direttamente nell’ipolimnio (in caso che la maggior parte del fosforo è concentrata lì o nei sedimenti).

Mentre le procedure dell’applicazione sono relativamente semplici, tutte le applicazioni dovrebbero essere eseguite con attenzione e grande responsabilità, per consentire il massimo tempo possibile per il contatto tra le particelle di Phoslock e gli ioni di fosfato, sia nella colonna d’acqua sia nell’acqua interstiziale.

Dopo la raccolta e la valutazione di questi dati, una proposta per un trattamento sarà preparata e presentata al proprietario o al gestore del corpo idrico.